I computer stanno davvero morendo?

I computer stanno davvero morendo?

Un anno per l'elettronica vale un po' come gli anni per i cani. Qualunque gioiello tecnologico sembra progettato per apparire vecchio dopo un anno perché il tech-business vive così: bruciando alla velocità di un cerino. Se però pensi che sia un vero peccato rottamare il tuo glorioso Pc preso "solo" 4 o 5 anni fa con tanti sacrifici ecco alcune cose che puoi fare per ottenere il massimo dal minimo: 

1. Aggiorna l'hardware

Ti sembrerà banale ma finché sono disponibili ricambi compatibili è bene assicurarsene l’acquisto prima che spariscano dalla circolazione. A cifre contenute è possibile espandere Ram, montare un Hard disk più veloce o una scheda video più potente. I Pc di fascia media competono molto più sui prezzi che sulle dotazioni e in questo sono penalizzati aspetti primari (Ram, velocità di trasferimento, stabilità elettrica) che il consumatore non ha gli strumenti per valutare. Trasformare il proprio computer nella sua versione deluxe costa molto meno a distanza di tempo. 

L’Hard Disk SSD è entrato prepotentemente in cima alla classifica degli aggiornamenti consigliati. Un Hard Disk come l’SSD Samsung Evo 850 con un costo di 70/80 euro (250Gb) triplica la velocità della maggior parte delle operazioni dando un vero sospiro di sollievo al nostro vecchio pc. La tecnologia SSD elimina le parti meccaniche, accelerando di molto i trasferimenti e quindi l’uso della RAM disco (memoria virtuale).
Pro: velocizza di molto tutto il sistema
Contro: il costo per Giga è elevato

2. Ripensa alla destinazione d’uso del tuo Pc

Un paio di scarpe da corsa ultramoderne è fuori luogo per fare una semplice passeggiata. Se inizialmente pensavamo al nostro computer per fare di tutto oggi, per non ingolfarlo, possiamo dargli uno scopo preciso.
Un vecchio computer “pulito” può essere un’ottima unità di backup per altri dispositivi: tablet, smartphone, altri pc, o per tenere in ordine una libreria di foto e video.  Può essere utilizzato, con l’aggiunta di qualche ventola, come unità dedicata ai torrent 7/24 e può essere collegato al nostro router per fare il backup di tutto ciò che è sotto la nostra rete.

3. Usa programmi più vecchi

Se il nostro Pc risale al 2010 funzionerà al meglio con software e sistemi operativi nati in quel periodo. Non c’è nulla di male ad usare una vecchia versione di un software se quello che dobbiamo ottenere è identico. Ad esempio, se consideriamo Adobe Photoshop, alcune funzioni fondamentali restano identiche alle prime versioni degli anni ’90. Se troviamo una vecchia versione di Photoshop CS4 un Pc del 2010 sarà felicissimo.
Non tutti i software recenti sono più pesanti. In qualche caso può capitare che la versione recente sia addirittura più “veloce” ma in genere vale il contrario. 

4. Installa un sistema più leggero

Se non ti spaventano i cambiamenti la soluzione più intrigante è passare ad un sistema alternativo più leggero rispetto ai classici Windows o OSx. 

Chrome OS è l’alternativa più popolare perché aziende come Asus e Acer lo stanno preinstallando sui propri prodotti, i Chromebook appunto. Purtroppo non esiste una distribuzione ufficiale da scaricare direttamente da Google. 
Pro: Chrome OS è velocissimo; 
Contro:  Chrome OS è inutilizzabile senza una connessione a internet. 

Archbang è una distribuzione super leggera di Linux Arch, progettata per girare sui computer più datati e con una installazione davvero semplificata. In pratica basta masterizzare ArchBang su un cd e avviare la macchina che richiederà di installare soltanto quello che ci serve, senza fronzoli. Tornando al discorso della destinazione d’uso, se usiamo il Pc solo per navigare in internet, stampare documenti, gestire le foto, perché devo installare tutto il resto? 

5. Manutenzione e ottimizzazione

Non si possono fare miracoli, certo, ma sicuramente un uso consapevole dei programmi installati aiuta a semplificarti la vita. 
Usa un browser più leggero. La connessione a banda larga permette agli sviluppatori di realizzare siti più ricchi e quindi complessi da caricare. Alcuni browser sono più leggeri di altri perché si limitano a caricare i siti senza aggiungere troppe funzionalità. Attualmente Google Chrome sembra essere il più adatto ai Pc più lenti.
Usa l’essenziale. Rimuovere e disinstallare ciò che non serve è utilissimo. Molti software vengono installati a nostra insaputa insieme ai driver della stampante, o sono preinstallati dal produttore. Alcuni sono versioni demo messe lì a pubblicizzare prodotti. Prendiamo nota di ciò che realmente usiamo e disinstalliamo senza pietà tutto ciò che non rientra nella lista. 

Leggi anche

Monkey Island, ovvero una adolescenza da nerd

Monkey Island, ovvero una adolescenza da nerd